COME PROGETTARE E RISTRUTTURARE IL SOGGIORNO – Scopri le regole per avere una casa da farti invidiare

Nella nostra sequenza di articoli dedicati alla progettazione degli spazi della casa, dopo aver preso in esame la cucina, oggi voglio spiegarti quali sono le caratteristiche che devi seguire per progettare il tuo soggiorno.

Il soggiorno può definirsi il biglietto da visita della casa, di norma è il primo locale che gli invitati vedono (a volte anche l’unico), ed è anche la zona che rispecchia di più la nostra personalità.

Si, dal tuo soggiorno posso già

avere un’idea del tuo carattere!

Quando devi progettare un nuovo soggiorno, ci sono due fattori principali che devi assolutamente seguire.

Per assicurarti di non commettere errori che avrai sotto gli occhi tutti i giorni o evitare che siano i tuoi invitati a farteli notare, continua a leggere l’articolo.

Il primo e importantissimo fattore che devi prendere in considerazione per il tuo progetto della zona girono è il Comfort.

Iniziamo dalla definizione, chiediamo aiuto a wikipedia e scopriamo che il comfort è:

Il comfort o confort è una sensazone puramente soggettiva percepita dall’utente, nell’ambiente di lavoro o in determinate condizioni di servizio e serve ad indicare il “livello di benessere” percepito.

Viene tenuto in considerazione nell’ambito della progettazione, nel campo del disegno industriale da vari tipi di aziende, soprattutto quelle di trasporto automobilistico, ferroviario, navale ed aereo.

Ora che abbiamo scoperto che il comfort non è altro che una condizione creata da un insieme di sensazioni positive, il problema che ci rimane è:

come si possono progettare le sensazioni positive?

Una sensazione è qualcosa di astratto, una cosa che non si può toccare con mano, quindi non potremo ovviamente progettare la sensazione (non siamo dei guru o maghi), ma ti posso spiegare quali sono i fattori su cui dovrai concentrarti che stimolano le sensazioni positive.

Il primo e fondamentale fattore che ci trasmette stimoli positivi è la luminosità; vivere o lavorare in ambienti ben illuminati dal sole fa bene alla mente perchè porta buonumore e concentrazione e fa bene al fisico perchè favorisce vitalità e produzione di vitamina D, importante risorsa per combattere ansia e depressione.

Alcuni studi hanno dimostrato che chi in ufficio

è esposto alla luce naturale è più produttivo, si stanca meno,

ha una migliore qualità del sonno ed

è maggiormente predisposto all’attività fisica

Capisci benissimo da solo quanto sia importante progettare la giusta illuminazione naturale, non è solo questione di rispettare regolamenti comunali, ma ne va di mezzo il tuo benessere e alla lunga la tua salute.

Strettamente legato al discorso illuminazione c’è poi il discorso dei colori, ma affronteremo questo altro delicato argomento in futuro con un articolo dedicato.

Ora concentrati sulle basi e

segui questi consigli pratici per

creare la situazione di comfort.

soggiorno

non usare troppi colori insieme

Se vuoi creare un’ambiente rilassante e confortevole, non usare troppi colori insieme; di solito si tende a utilizzare un colore chiaro di base (bianco, grigio, beige..) associato ad un colore più scuro e saturo in porzioni di parete limitate.

Se il tuo ambiente risulta poco illuminato dalla luce naturale, utilizza il colore scuro solo sulla parete delle finestre, cosi che la luce che entra rimbalzi sulle pareti chiare; questo renderà la tua stanza più luminosa.

Dopo di chè potrai completare il tuo stile con acessori e complementi che riprendano la tonalità utilizzata per le pareti.

non utilizzare troppi accessori

Se quello che vuoi trasmettere è ordine pulizia ed eleganza, ti consiglio di non esagerare con gli accessori; troppa roba sparsa per l’ambiente crea senso di confusione, limitati a pochi elementi ma con grande carattere.

attenzione ai quadri

Quando vuoi creare delle installazioni con più quadri appesi, ti consiglio vivamente di ricreare prima l’effetto voluto con dei giornali o del cartone.

Il più delle volte quello che abbiamo in testa è molto difficile da ricreare dal vero, aiutati con delle sagome che ti faranno capire con esattezza il risultato finale.

progetta l’angolo TV

Non dimenticarti di pensare a dove vorrai posizionare la tv; se non hai spazi enormi, cerca di non metterla parallela alle finestre, eviterai di avere riflessi fastidiosi nello schermo.

L’ideale è di posizionarla perpendicolarmente alle finestre o almeno a 45° e ad altezza occhi; assicurati inoltre di avere una distanza adeguata dalle sedute (la distanza dovrebbe essere almeno 3 volte dell’altezza dello schermo).

progettiamo lo spazio - bianco

Il secondo e non meno importante fattore di cui devi tener conto per il tuo progetto della zona giorno è la Funzionalità.

Prima regola per rendere uno spazio funzionale è la pazienza; cerca di evitare acquisti compulsivi da domenica pomeriggio all’ikea e valuta con attenzione gli arredi che andrai ad inserire all’interno dell’ambiente.

Ti avevo già spiegato in questo articolo come progettare flussi e percorsi, metti in pratica quelle regole per creare un ambiente pratico, con i giusti passaggi e gli adeguati spazi.

Calcola bene le misure degli spazi e degli arredi che dovrai inserire al loro interno, l’ambiente non dovrà risultare “troppo pieno” e soffocante.

Per fare questo dovrai avere bene in mente quale sarà il futuro utilizzo dello spazio: stai solo creando una zona tv-relax o devi far convivere la zona pranzo con la zona divani e magari anche un angolo lettura?

Molte volte ci troviamo a “litigare” con spazi ristretti; in questi casi avere un progetto dell’intero ambiente prima di iniziare i lavori è fondamentale per non ritrovarsi con un ammasso di mobili e non avere abbastanza spazio per utilizzarli.

studia le proporzioni

Se devi creare un ambiente con più funzionalità al suo interno (es. zona pranzo + zona tv + zona divani-relax) devi assolutamente suddividere gli spazi con le giuste proporzioni.

Non creare una cucina minimal e poco funzionale solo per poter mettere un divano ad isola, ti accorgerai con il passare dei mesi che non è stata una mossa giusta quella di sacrificare la cucina per un soggiorno che appaghi l’occhio.

armonia delle zone

Le varie zone non devo essere scollegate una dall’altra; per creare la tua zona giorno confortevole e funzionale dovrai avere un filo condutture che colleghi, sia dal punto di vista estetico che dal punto di vista pratico, le diverse aree dell’ambiente generale.

ricordati degli spazi vuoti

Tante volte ci concentriamo tanto sugli arredi e sui complementi che ci dimentichiamo totalmente di tenere conto degli spazi vivibili.

Ebbene si, gli spazi vuoti sono importantissimi se vuoi creare un ambiente funzionale e confortevole.

Addirittura potrebbero essere fondamentali, soprattutto se parliamo di locali di dimensioni contenute; ogni arredo o complemento ha bisogno del suo “spazio di manovra” per poter essere utilizzato al meglio.

Se non segui questa regola ti arrabbierai con te stesso perchè penserai di avere una casa scomoda, stretta e inospitale, ma in realtà sarà semplicemente una bella casa, ma non progettata con i giusti criteri.

Quindi, ora che sai quali sono i giusti presupposti per avere una casa confortevole e funzionale, non ti resta che metterli in pratica

progettiamo lo spazio - bianco

Se hai bisogno di aiuto e pensi che sia fondamentale avere una casa che sia vivibile e sprigioni sensazioni positive ogni giorno dell’anno

non aspettare che sia troppo tardi,

chiamaci o scrivici direttamente qui,

ti aiuteremo a trovare la soluzione ottimale per te

-

-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *